Jei

jei_01jei_03 Jei è un dispositivo estetico che sfrutta due tecnologie innovative finalizzate al trattamento dei più comuni inestetismi del viso e del corpo:

BioMI – BIOVEICOLAZIONE MOLECOLARE E IONICA DI PRINCIPI ATTIVI

BioMI è una tecnologia brevettata in esclusiva dalla Cesare Quaranta.
BioMI è l’acronimo di “bioveicolazione di molecole e di ioni di principi attivi”. Si tratta di una metodica estetica biocompatibile che induce piccole modifiche strutturali reversibili a livello dello strato corneo tali da permettere l’assorbimento dei principi attivi contenuti nei cosmetici della linea Activa40.
Il manipolo per la veicolazione ha una struttura composta da reservoir contenente il principio attivo disperso in un gel, un roll on che va a contatto della pelle e un elemento conduttore, al quale viene applicata una tensione; infine vi è un elettrodo di riferimento per la chiusura della corrente.

LA FOTOBIOMODULAZIONE

Gli infrarossi di Jei utilizzano come frequenza 870 nm che stimola la risposta biologica da parte dei tessuti, inducendo un complesso di reazioni biochimiche efficaci per contrastare i segni dell’invecchiamento e del rilassamento cutaneo. L’innovazione di Jei è l’utilizzo di LED ad alta efficienza che concentrano tutta la potenza in uno spazio molto limitato, stimolando i fotorecettori e inducendo una risposta cellulare.
Il risultato è un tessuto più tonico, elastico e con un colorito giovane e sano in poche sedute.

IL COSMETICO

L’apparecchiatura è accompagnata da una ampia dotazione di cosmetici Activa40 studiati specificamente per essere veicolati sull’epidermide. Due le linee cosmetiche: una dedicata agli inestetismi del viso ed in particolare ai trattamenti anti-age, una dedicata agli inestetismi del corpo, studiata per il contrasto degli inestetismi della cellulite e per favorire lo snellimento della silhouette.

PROGRAMMI DI TRATTAMENTO

In Jei sono disponibili 31 programmi suddivisi in cinque famiglie a seconda della zona su cui intervenire (viso, braccia, gambe, glutei e addome). Ciascun programma prevede una specifica azione ed un differente ricorso alle metodiche di cui il dispositivo è dotato. Le due modalità, BioMi e fotobiomodulazione, possono essere utilizzate in sinergia per ottimizzare i risultati estetici.